XII Edizione Premio Letterario Nazionale "Città di Ladispoli"

Vincono Cucchiarelli, Venditti, Laurino e Vannucci

Gran finale per il Premio Letterario Nazionale "Città di Ladispoli" nell'aula consiliare del Comune di Ladispoli, gremita come al solito per questa manifestazione. Finalisti giunti da tutta Italia per celebrare un premio che si appresta a diventare un punto di riferimento nel panorama culturale italiano. Grande la qualità degli scritti arrivanti in finale a primeggiare su tutti sono stati: per la categoria Libro di Prosa Edito Carla Cucchiarelli con "Io sono Nannarella – Intrigo a Firenze", per la categoria Libro Giallo Edito Annalisa Venditti con "Omicidio al presepe Vivente", per la categoria Libro di Racconti Edito Antonio Laurino con "Binocoli a gettoni" mentre ad aggiudicarsi il primo posto della categoria Libro per Ragazzi Edito è stato Viviano Vannucci con "Tanto non boccia nessuno. L'edizione 2023, appena conclusasi, ha avuto importanti patrocini: Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Ministero della Cultura, Regione Lazio, Comune di Ladispoli e per finire il patrocinio del Consiglio dei Ministri arrivato con pec nel pomeriggio di giovedì 7 dicembre, a poche ore dall'inizio della manifestazione. "Siamo orgogliosi e felici di tanti riconoscimenti – spiegano dalla segreteria del Premio – per noi sono la testimonianza dell'ottimo lavoro fatto e della serietà dell'organizzazione tutta." Nel corso della premiazione non sono mancati gli ospiti a sorpresa: il tenore internazionale Roberto Aronica presente in sala come spettatore è stato chiamato a premiare la sezione racconti, mentre in video collegamento sono arrivati Gabriele Abis e Stella Falchi, ovvero "Casa Abis", la coppia teatrale – televisiva – radiofonica e social che sta spopolando con le proprie esibizioni in tutta Italia. Molto apprezzati i super ospiti Federico Palmaroli, l'aforista autore de "Le migliori frasi di Osho" ed il giornalista Francesco Semprini, corrispondente di guerra e da New York per La Stampa che hanno premiato la sezione Giallo. "Anche questa edizione è stata veramente unica – proseguono dalla segreteria – tante testimonianze di stima ci sono giunte in queste ore da tutti gli scrittori e dagli ospiti. Sicuramente rimarrà negli annali la premiazione sui generis di Marco Renzi, giovane scrittore cui è andato un premio speciale della giuria. Arrivato ad evento concluso, è stato premiato fuori dal Municipio dall'on. Federico Mollicone, arrivato anche lui in ritardo direttamente dalla prima al teatro alla Scala di Milano, ma con la volontà di presenziare vista la caratura del premio.

LIBRO DI PROSA EDITO

1^ Carla Cucchiarelli- Io sono Nannarella-intrigo a Firenze

2^Samaritana Rattazzi – Senza Preavviso

3^Viviana Verbaro – la rosa di Marghe

LIBRO GIALLO EDITO

1^ Annalisa Venditti – Omicidio al presepe vivente

2^ Barbara Aversa – La figlia della lupa

3^ Cristina Astori – Tutto quel viola-Susanna Marino indaga nella Torino esoterica

LIBRO DI RACCONTI EDITO

1^ Antonio Laurino – Binocoli a gettoni

2^ Italo Inglese – Contrattempi e coincidenze mancate

3^ Corrado Calvo – L'amore sbagliato

LIBRO PER RAGAZZI EDITO

1^ Viviano Vannucci – Tanto non boccia nessuno

2^ Jo Demi – Prima del piccolo principe

3^ Maurizio Giannini – Il narratore di marciapiedi

Giornata memorabile per l'XI edizione 

del Premio Letterario Nazionale Città di Ladispoli

Su tutti Marika Campeti (Neravorio) per il Libro di Prosa Edito, Vincenzo Cerracchio (L'Ultimo Giorno dell'Anno) per il Libro Giallo Edito, Roberto Ritondale (Operette Umorali) per i Racconti Editi e V.F. Lyndon Aura Miller ed il segreto di Drema) per il LIbro Per Ragazzi Edito

Ancora una giornata memorabile per il Premio Letterario Nazionale "Città di Ladispoli", la cerimonia di premiazione dell'XIa edizione non ha tradito le aspettative e ancora una volta ha regalato emozioni e grande soddisfazione per gli organizzatori. Tante le personalità intervenute dall'assessore alla Cultura del Comune di Ladispoli Margherita Frappa che ha annunciato che la XIIa edizione del Premio Letterario si terrà finalmente nell'Auditorium "Massimo Freccia", al Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati On. Federico Mollicone, presente anche il Presidente del Comitato d'Onore del Premio il vicedirettore di Rai 1 Angelo Mellone, come sempre molto divertente l'intervento dell'aforista Federico Palmaroli in arte "le più belle frasi di Osho", mentre molto toccanti sono state le parole dell'inviato dall'Ucraina per Mediaset, il reporter di guerra Fausto Biloslavo. Contributi sono arrivati anche dagli ospiti che non hanno potuto presenziare alla cerimonia: l'ex capitano della Lazio Beppe Signori rimasto bloccato a Bologna ha inviato un video mentre il Direttore d'orchestra Beatrice Venezi, a cui è stato conferito il Premio Lara Calisi-Carattere di Donna si è collegata via skype da Brescia, alle fine delle prove della sinfonia n°9 di Ludwig Van Beethoven con l'Orchestra Filarmonica Italiana che dirigerà lunedì 12 febbraio a Milano. Durante il suo intervento ha promesso che farà visita a Ladispoli ai ragazzi dell'Orchestra Giovanile "Massimo Freccia" del M° Massimo Bacci, che ha allietato i convenuti. Rinnovato il legame con le origini marinare della città di Ladispoli con la consegna del premio speciale come "Ambasciatore del nostro Mare" al Comandante Capo Strato Cacace, comandante fino ad ottobre 2022 dell'Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli della Capitaneria di Porto, premiato dall'ambasciatore della prima edizione il direttore tecnico settore Surfing della Federazione italiana sci nautico e wakeboard Marco Gregori. Ma il fiore all'occhiello di questa edizione ancora una volta è stata la qualità degli scrittori che hanno partecipato al concorso, tanti riconoscimenti per le quattro categorie in concorso e anche qualche sorpresa fuori concorso. Ad aprire l'evento, trasmesso in diretta video da Centro Mare Radio, l'esibizione dell'Orchestra Giovanile Massimo Freccia con Chiara Ascenzo (violino) e Rosalba Lapresentazione (pianoforte), mentre i primi a ricevere il riconoscimento sono stati il giovane poeta ladispolano Gianmarco Cecaloni autore de "Il Debutto" e all'autrice Silvia Loreti per il suo "#Toronto in love", romanzo ambientato tra Toronto e Ladispoli, che si è aggiudicata il Premio speciale della Giuria "BCC Cultura" a Elena Bianchi è andato il premio speciale "Giallo Tondì" per il romanzo "La Pergamena dei Cavalieri". La premiazione è continuata con la sezione "Libro edito per ragazzi" introdotta da questa edizione e che ha già riscosso notevole successo, Il premio Speciale della Giuria Lara Calisi-Carattere di Donna se lo è aggiudicato Roberta Mezzabarba con "Spettro", a Dario Chiariglione autore de "Le Favole della Buonanotte" è andato il Premio speciale della Giuria "BCC Cultura", la terza piazza è andata alla scrittrice Laura Canestrari autrice di "Nat Occhidambra", secondo gradino del podio per Luciano Varnadi Cerriello con "Oltre la Nuvola non Piove", si aggiudica il primo premio della prima edizione della categoria "Libro per Ragazzi Edito" V.F. Lyndon con "Aura Miller e il Segreto di Drema". Al giovanissimo Giuseppe Bianchini autore di "Le favole della buona notte" è andato il premio speciale per i "Racconti Arcadia", il premio speciale per i "Racconti Arcadia" anche al gruppo di scrittori Roberto Van Heugten, Giacomo Soraperra e P.I. Langosch autori di "L'orgoglio di Lemming" mentre Pietro Cristofani con i suoi "Racconti del Fagiano" si è classificato terzo, Chiara gambino con "Ninna Nanna Ninna Oh questa mamma a chi la do" secondo e "Operette Umorali" di Roberto Ritondale si è aggiudicato il podio. Per la sezione giallo, il premio speciale "Giallo Tondì" è andato a Emiliano Bezzon per "Legami di Sangue", mentre la sedicenne Giorgia Pusceddu con "Il Mistero del Ciondolo" si è aggiudicato il premio speciale "BCC Giovani". Terzo classificato "La Testimonianza" di Massimo Tirinelli, secondo gradino per il grande regista e sceneggiatore Aldo Lado con "Rider" e primo premio al giornalista sportivo Vincenzo Cerracchio ed al suo "L'ultimo Giorno dell'Anno". Premio speciale "Città di Ladispoli" per il romanzo "Gregory" al professor Fabrizio Ludovico Porcaroli, Premio speciale della giuria "Benito Ussia" per la prosa edita a Anna Verlezza autrice di "La Seconda Verità" mentre altro premio speciale "Città di Ladispoli" è andato all'ex sindaco Crescenzo Paliotta autore di "Ladispoli e i luoghi del cinema". Alla diciottenne Sara Menicucci è andato l'altro premio speciale "BCC Giovani". Terzo classificato per la sezione romanzo, Andrea Moneti con "La crociata infame", Andrea Fazzini secondo con il suo "l'Ospite della camera 201", mentre Marika Campeti con "Neravorio" conquista il meritatissimo primo premio. Chiusura in grande stile con l'esibizione dell'Orchestra Giovanile Massimo Freccia, il flauto di ha letteralmente stregato il pubblico con Michele Forese al flauto che con "La ridda dei folletti" di Antoni Bazzini e "Badinerie" di Johann Sebastian Bach. Conclusa l'undicesima edizione con uno strepitoso successo gli organizzatori hanno già cominciato a lavorare alla prossima che secondo indiscrezioni si preannuncia ancora in crescendo.

X^ Edizione da incorniciare

 Su tutti "Corsa al potere"  di Fabrizio Olivero, "Come delfini tra pescecani" di           Francois Morlupi  e le  "Cattive storie" di Maurizio Giannini.


Decima edizione da incorniciare per il Premio Letterario Nazionale "Città di Ladispoli", gli organizzatori avevano annunciato una cerimonia speciale e le aspettative non sono state tradite. Mercoledì 8 dicembre è andata in scena, finalmente in presenza, la cerimonia di premiazione insieme ai tanti scrittori che hanno partecipato al premio (oltre 350 le opere iscritte) ha visto arrivare a Ladispoli ospiti d'eccezione a partire da Angelo Mellone (vice direttore di Rai 1 e presidente del comitato d'onore del premio), Federico Palmaroli in arte "Le migliori frasi di Osho" e l'on. Federico Mollicone, componente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, Ad aprire l'evento, trasmesso in diretta video da Centro Mare Radio, l'esibizione dell'Orchestra Giovanile Massimo Freccia con Chiara Ascenzo (violino) e Rosalba Lapresentazione (pianoforte) in Tzigane di Maurice Ravel. Quindi il via alla co-conduzione di Francesca Lazzeri e Roberta Marchetti, giornalista di Today e Roma Today, nonché voce femminile de "La sveglia dei gladiatori", il programma mattutino di Dimensione Suono Roma. I primi a ricevere il riconoscimento sono stati Dario Antimi, Adria Bonanno e Valerio Valentini, titolari delle RFB - Readerforblind, la casa editrice di Ladispoli, assurta al panorama letterario nazionale grazie alla coraggiosa scelta di pubblicare i grandi della letteratura ormai dimenticati con la collana "Le Polveri". Due i momenti di grande emozione in sala. Il ricordo del fondatore del premio, Prof. Benito Ussia da parte dei figli Roberto e Massimo e l'assegnazione del premio "Lara Calisi - Coraggio di Donna" che è andato a Silvia Loreti per "#Dreaming Toronto" e a Marina Conte, mamma di Marco Vannini per "Mio figlio Marco".

Rinnovato il legame con le origini marinare della città di Ladispoli con la consegna del premio speciale come nostro "Ambasciatore del Mare - Ambiente Mare Italia" all'ammiraglio Vincenzo Leone, comandante della Direzione Marittima del Lazio fino al 2020.

A Paolo Degano autore di "Cielo liquido" è andato il premio speciale per i "Racconti Arcadia", Premio speciale della giuria "Benito Ussia" per i racconti anche a Stefania Tinessa autrice di "Bianca" mentre Angelo Simone Cannatà con il suo "Volevo essere Mogol" si è classificato terzo, Gianni Andrei con "Il risvolto delle foglie" secondo e "Cattive storie" di Maurizio Giannini si è aggiudicato il podio.

Per la sezione giallo, il premio speciale "Giallo Tondì" è andato a Giulio Valerio Burranca per "Il taccuino rosso bordeax", mentre Giovanni Maria Pedrani con "Delitto al premio letterario" si è aggiudicato il premio speciale "Benito Ussia". Terzo classificato "Delitto all'home restaurant" di Annalisa Venditti, secondo gradino per Roberto Van Heugten con "Area Riservata" e primo premio a Francois Morlupi ed il suo "Come delfini tra pescecani".

Premio speciale "Città di Ladispoli" per il romanzo "La vita all'improvviso" di Francesco Giugno, Premio speciale della giuria "Benito Ussia" per la prosa edita a Dario Giardi autore di "Solo Polvere" mentre Valentino Spadoni si è portato a casa la menzione speciale "C'era una volta" per le illustrazioni della raccolta "Duruluntutù e altri racconti". Due i premi speciali assegnati dalla BCC - Banca di Credito Cooperativo: il "Bcc per la Cultura" è andato al prof. Walter Tessicini, mentre il riconoscimento "Bcc per i Giovani" è andato a Vittoria Lotti per "Una crepa nel cuore delle cose". Terza classificata per la sezione romanzo, Mara Fux con "In due ore o poco più!", Santi Laganà secondo con il suo "I Giorni del ferro e del Sangue", mentre Fabrizio Olivero con "Corsa al potere" conquista il meritatissimo primo premio.

Non hanno deluso gli ospiti illustri dei questa decima edizione, durante gli interventi. Il presidente del comitato d'onore, Angelo Mellone, ha sottolineato il grande lavoro fatto dagli organizzatori anche nel settore della promozione della cultura e della letteratura. Parole di stima sono arrivate dall'on. Federico Mollicone, componente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, un vero e proprio sprone a fare ancora meglio. Molto apprezzato e atteso l'intervento di Federico Palmaroli ormai conosciuto come "Le migliori frasi di Osho": le sue vignette che spopolano da Porta a Porta ai quotidiani al web, raccontando l'Italia di ogni giorno, sono state proiettate sul maxi schermo dell'aula consigliare raccogliendo ovviamente l'applauso del pubblico, il vignettista ha anche annunciato che su raiplay ad inizio 2022 andranno in onda 10 puntate di #lepiùbellefrasidisho con Neri Marcorè e Carlotta Natoli.

Chiusura in grande stile con l'esibizione dell'Orchestra Giovanile Massimo Freccia. Dopo Lorenzo Muscolino e Rosalba Lapresentazione in "Allegro appassionato op.43" di Camille Sanints-Seans, e di Roberta Vaino al violino e Rosalba Lapresentazione al pianoforte in "Zingaresca" di Pablo de Sarasate, è stata la volta di Michele Forese al flauto che con "La ridda dei folletti" ha letteralmente stregato il pubblico presente. Archiviata quindi la decima edizione con uno strepitoso successo gli organizzatori hanno già cominciato a lavorare alla prossima che secondo indiscrezioni si preannuncia davvero straordinaria.


Giuseppina Mellace con "Il Quadro di Norma", Carlomanno Adinolfi con "L'Occhio del Vate" e Roberta Mezzabarba con "Le Sorie Mancanti"

Sono loro che si sono aggiudicati la vetta del podio di questa IX^ edizione del Premio Letterario "Città di Ladispoli", è mancata l'intensità del contatto ma non l'emozione!

Seppur nell'anomalia dovuta agli effetti del covid, la IX^ edizione del Premio Letterario "Città di Ladispoli" è stata un successo.                                                                                                                                      Esprimiamo grande soddisfazione per la partecipazione, anche in un anno così disgraziato soprattutto per settori come quello dell'editoria gli scrittori che hanno partecipato al nostro concorso sono stati oltre 150,    con opere di qualità assoluta anche nello stile, e questo fa ben sperare per il futuro della prosa narrativa, del giallo e dei racconti.

E se selezionare i finalisti è stato difficile proprio per il valore delle opere in concorso, scegliere il podio è stato un'impresa: tutti avrebbero meritato il primo premio. Alla fine l'hanno spuntata, per i racconti Roberta Mezzabarba con "Le storie mancanti", per il giallo Carlomanno Adinolfi con "L'occhio del Vate" e per la sezione libro di prosa Giuseppina Mellace con "Il quadro di Norma".
"Grandissima soddisfazione c'è anche per quanto riguarda la cerimonia di premiazione, organizzata tra mille difficoltà dovute al gestire decine di collegamenti con tutti gli scrittori intervenuti in streaming è stata indiscutibilmente un successo oltre le aspettative - così Walter Augello, segretario e membro di giuria nel Premio Letterario Nazionale "Città di Ladispoli" - martedì pomeriggio, grazie al prezioso supporto tecnico di Luigi Cicillini e di Centro Mare Radio, siamo riusciti a spopolare nel web. Oltre alle decine di condivisioni della diretta, condotta da Francesca Lazzeri e dalla scrittrice Mara Fux, abbiamo totalizzato un numero impressionante di visualizzazioni: oltre 20,000 contatti in un'ora di trasmissione. Eravamo certi che ci avrebbero seguiti in tanti, ma non pensavamo di riuscire a fare numeri di questo livello. La diretta è stata seguita e condivisa anche in altri paesi europei come Inghilterra, Francia, Portogallo e Spagna, dove risiedono scrittori che hanno partecipato al concorso letterario. Che dire...siamo contentissimi." Il Premio Letterario Nazionale "Città di Ladispoli" si guadagna, senza ombra di dubbio, uno spazio di tutto rispetto nel panorama dei concorsi nazionali dedicati alla scrittura. "Un sentito ringraziamento va agli sponsor BBC Banca di Credito Cooperativo, Caffè Tondì e Centro Studi Arcadia, anche loro collegati con noi durante la premiazione, grazie al loro sostegno è stato possibile realizzare un evento di grande spessore - continua Augello - come testimoniano i picchi di ascolto e i tanti messaggi inviati durante la diretta. Ringraziamo il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando per l'intervento di apertura della cerimonia di premiazione e per le parole di apprezzamento espresse, ed anche per il patrocinio gratuito che ci ha concesso, poter organizzare un evento culturale potendo rappresentare la propria città è una bella responsabilità ma questo ci spinge a fare sempre meglio, e fino ad ora ci siamo riusciti. In collegamento anche Roberto Ussia, figlio del compianto Prof. Benito, fondatore del Premio, che ha portato il saluto della famiglia a tutti i partecipanti e agli organizzatori.Grazie anche alla Ops Group e al responsabile marketing Mathias Francini, che hanno permesso di dare grande visibilità al premio e alla cerimonia di premiazione, mettendo sui tabelloni luminosi presenti a Ladispoli, la locandina di presentazione dell'evento."
L'edizione 2020 appena celebrata è stata anche occasione per ricordare una grande amica del Premio, l'artista Lara Calisi, conduttrice dell'edizione 2019, venuta a mancare nell'agosto scorso. "Il Premio speciale "Lara Calisi - Carattere di Donna" è stato fortemente voluto da noi organizzatori ed ha riscosso un grande successo anche tra i premiati. Alcuni tra loro - conclude Augello - erano in finale anche lo scorso anno ed hanno avuto modo di conoscere Lara in quello che sapeva fare in maniera egregia, calcare un palcoscenico.
Non rimane che dare appuntamento a tutti per il prossimo anno, sarà la decima edizione e vi assicuriamo che sarà davvero un evento spettacolare."

CLASSIFICA SEZIONE - LIBRO DI PROSA EDITO

I° - Giuseppina Mellace - IL QUADRO DI NORMA

II° - Marika Campeti - LO SCORPIONE DORATO

III° - Lucia Pozzi - SOGNANDO RANIA

IV°- Fabrizio Olivero - IL PREZZO DELLA LIBERTÀ - Premio Speciale "Città di Ladispoli

IV°- Franco Casadidio - IL VOLO DEL CANARINO - Premio Speciale "Benito Ussia"

CLASSIFICA SEZIONE - LIBRO GIALLO EDITO

I° - Carlomanno Adinolfi - L'OCCHIO DEL VATE

II° - Ida Ferrari - PARIS NOIR

III° - Davide Lazzeri - L'ULTIMO SEGRETO DI PAGANINI

IV° - Francois Morlupi- IL COLBACCO DI SOFIA - Premio Speciale "Città di Ladispoli"

IV°- Roberto Van Heugten - ASIA - Premio Speciale "Benito Ussia"

CLASSIFICA SEZIONE -LIBRO DI RACCONTI EDITO

I° - Roberta Mezzabarba - LE STORIE MANCANTI

II° - Vittorio Casali - PENSIERI E RACCONTI

III° - Massimiliano Ivagnes - QUESTIONI DI COSCIENZA

IV°- Anna Pasquini - QUANDO ANDAVO IN BICICLETTA - Premio Speciale "Città di Ladispoli

IV°- Giovanni B. Algieri - LA PRIMA LUNA STORTA - Premio Speciale "Benito Ussia"

PREMI SPECIALI DELLA GIURIA

Alessandra Cinardi - VITA E LA PIRAMIDE OCCULTA - Premio Speciale BCC Cultura

Danilo Catalani- GLI IMPERSEGUIBILI - Premio Speciale BCC Cultura

Luana Troncanetti - LA CUOCA - Premio Speciale "Lara Calisi - Carattere di Donna"

Angelo Paratico - LA SETTIMA FATA - Premio Speciale Giallo "Tondì"

Matteo Edoardo Paoloni - IL FORNICAIO - Premio Speciale Racconti "Arcadia"


Sono: Roberta Mezzabarba (La lunga ombra di un sogno) per la prosa edita, Francois Morlupi - (Formule mortali) per il giallo edito e Anna Pasquini (Misticanza) per i racconti editi ad aggiudicarsi l'ottava edizione Premio Letterario "Città di Ladispoli"

8 mesi di lavoro, dalla pubblicazione del bando sui siti specializzati e dedicati ai concorsi letterari alla realizzazione della manifestazione.

Otto mesi di contatti e telefonate, ma soprattutto otto mesi di entusiasmo per un evento che, indiscutibilmente, ha guadagnato il palcoscenico nazionale. Lo dicono i numeri: poco meno di 200 libri in concorso, tra gialli, romanzi e racconti.

Numeri più che raddoppiati, come partecipanti, rispetto alla edizione 2018. Stesso entusiamo e partecipazione anche per la sezione scuola. Due quest'anno gli istituti comprensivi partecipanti (I.c. Ladispoli 1 e i.c. Caravaggio, ex Ladispoli 3) per un totale di circa 170 elaborati. Così ora siamo qui a raccontarvi che quello appena trascorso, l'8 dicembre 2019, è stato un giorno all'insegna della Cultura per la Città di Ladispoli.

E' stata una edizione delle novità, dalla location ai premi.

La cornice è stata d'eccezione: le forti piogge del mese di novembre hanno reso inagibile il teatro Marco Vannini ed allora la premiazione è avvenuta nell'Aula Consiliare "Fausto Ceraolo" per l'occasione allestita a festa. Gli scranni sono stati ricoperti con tessuti neri e rossi, sui quali sono stati posizionati i volumi in concorso. Sullo scranno risevato alla presidenza i libri finalisti in bella mostra, e poco avanti le targhe e le coppe per i vincitori. Tutto organizzato, tutto curato nei minimi particolari. Sedute riservate ai finalisti, agli sponsor, alla amministrazione (presente in sala l'Assessore alla Cultura, Milani che ha premiato, il presidente del consiglio Caredda, l'assessore Mollica Graziano e il consigliere Solaroli) ed ovviamente alla famiglia del Prof. Benito Ussia, l'ideatore del Premio Letterario, purtroppo scomparso dopo una lunga malattia nel 2016.

Tanti gli ospiti che si sono alternati nell'aula consiliare e che hanno ricevuto riconoscimenti e attestati.

Ma andiamo con ordine. I primi ad essere premiati per il grande lavoro svolto sono stati gli studenti delle 8 classi finaliste, che hanno partecipato con la sezione "Tema".

I ragazzi delle quinte della primaria sono stati chiamati a cimentarsi sul delicato tema del "rapporto del mare con la nostra Città e il plastic free". Sono stati premiati con un attestato di partecipazione tutti gli alunni delle classi quinte sezione A, B, C, D, L ed R dell'i.c. Ladispoli1 e gli alunni delle classi V^ sez. A e B dell'i.c. Caravaggio.

I vincitori della sezione scuola Sofia Agostini, Flavio Del Bianco, Ilaria Alessia Mondoaca, Aaroon Niccolò e la classe quinta sezione A di via Rapallo si sono aggiudicati buoni libro messi in palio dalla "Libreria Mondadori", "Scritti & Manoscritti" e Centro Studi Arcadia. La salvaguardia del mare è stato il filo conduttore anche degli interventi e successiva premiazione "Ambasciatore del nostro Mare" per il presidente dell'associazione Ambiente Mare Italia, Alessandro Botti, e di Roberto D'Amico il surfer ladispolano che porta in giro per il mondo il nome della nostra città. A loro è andato un riconoscimento da parte degli organizzatori per il grande lavoro svolto sul tema della difesa dell'ambiente marino.

Purtroppo assenti per motivi di salute Marco Gregori, ct della Nazionale Surf e Ladislao Liverani, attore molto attento alle tematiche ambientali e protagonista di Febo un film che sta ricevendo premi in tutta Europa, nonchè nipote del principe Ladislao Odescalchi, fondatore della nostra Città.Lotta serrata nelle tre categorie in concorso, visto il grande numero delle opere in concorso, oltre 200 arrivate nella sede dell'associazione anche dall'estero. Ad aggiudicarsi il Premio Letterario Nazionale "Città di Ladispoli" per la sezione Romanzo è stata Roberta Mezzabarba (La lunga ombra di un sogno), seguita da Valentino Quintana (Fratelli contro) e da Emanuela Galati (La maledizione della Verità). Quarto posto ex aequo per Maria Cristina Alfieri (Fammi luce ) ed Alessandra Cinardi (Vita e la Coppa della Resurrezione), vincitrice dell'edizione 2018.

Per la sezione Giallo, il vincitore è stato Francois Morlupi - (Formule mortali), seguito da Luana Troncanetti - (I silenzi di Roma). Terzo posto per il secondo anno consecutivo per Vincenzo Galati (Beata gioventù). Quarto posto ex aequo per Stefano Visonà - (Dove io mai) e Luca Giribone - (Tryte)

Nella sezione racconti, sezione introdotta in questa edizione il primo premio, offerto da Centro Studi Arcadia, è andato ad Anna Pasquini (Misticanza), secondo premio per Alessandro Antonaia - (Flusso), terzo posto per Fabrizio Olivero (Il filo di Arianna) anche lui già finalista nella scorsa edizione nella sezione Romanzo. Quarto posto ex aequo per il vincitore della sezione prosa nel 2017, Marco Salomone (Le avventure di un taxista riluttante) e Nicoletta Fanuele - (Tutto l'amore che serve ).

Le Menzioni Speciali "Premio Città di Ladispoli", offerte da Caffè Tondì, sono andate a Mara Fux - Tutta colpa di Maria!!!, Enrica Mormile - Il viale dei cancelli; Alessandra Cinardi - Vita la coppa della resurrezione e Stefano Visonà - Dove io mai.

Il premio speciale della critica "Premio Benito Ussia" consegnato dal primogenito Roberto è andato a Giannantonio Spotorno - Ti racconto la politica, Marco Salomone - Le avventure di un taxista riluttante e Maria Cristina Alfieri - Fammi luce.

Il Premio BCC per i Giovani, altra novità dell'edizione 2019 è andato a Nicoletta Fanuele (Tutto l'amore che serve), ritenuta dagli addetti ai lavori tra i 30 migliori millenials d'Italia, riconoscimento avuto nel Myllenial Award 2019 e a Chiara Margarito (Poesie e fiabe incantate), undicenne pugliese già al suo primo libro edito. Per questa sezione le premiazioni sono state fatte dal membro del Comitato della Banca di Credito Cooperativo, Francesco Fantozzi, in sostituzione del dott. Enrico Gori, Presidente del Comitato Locale BCC, assente per un imprevisto dell'ulitmo minuto.

La serata è stata allietata dai solisti dell'Orchestra Giovanile Massimo Freccia, con la splendida esibizione di Michele Forese al flauto, Roberta Vaino al violino, Rosalba Lapresentazione al pianoforte, Chiara Ascenzo al violino, Lorenzo Muscolino al violoncello, e presentata da Lara Calisi e Francesca Lazzeri. Il servizio di accoglienza degli ospiti è stato curato dagli studenti del terzo anno dell'Istituto Alberghiero di Ladispoli, indirizzo accoglienza turistica.


Gianluca Ascione per il giallo e Alessandra Cinardi 

per il romanzo si aggiudicano la VII edizione 

del Premio Letterario "Città di Ladispoli".

Sabato 8 dicembre nella splendida cornice del Centro Polifunzionale del Comune di Ladispoli consegnati i premi della VII edizione del "Premio Letterario Città di Ladispoli" 

È stata, indubbiamente, una edizione dei "grandi numeri". Così come grande è stata la partecipazione e la riuscita del Premio Letterario "Città di Ladispoli". 80 libri in concorso, di cui solo 4 provenienti da Ladispoli, i rimanenti da tutta Italia ed anche dalla Francia. Sabato 8 dicembre, presso il Polifunzionale di Via De Begnac si è tenuta la cerimonia di premiazione della VII edizione del Premio Letterario Città di Ladispoli, organizzato dalla associazione culturale "Solidarietà Sociale" in collaborazione e col patrocinio dell'Assessorato alla Cultura. Il premio, ideato anni fa dal compianto Prof. Benito Ussia, ha ormai raggiunto un livello qualitativo che varca i confini non solo regionali ma anche nazionali. "Un grande successo" ha dichiarato l'Assessore alla Cultura Marco Milani "per un premio che si è già creato un proprio spazio importante tra i premi letterari italiani, per serietà, competenza, qualità". Oltre 80 opere iscritte nelle due sezioni "Giallo" e "Narrativa", tutte attentamente analizzate da una giuria di esperti che, alla fine, ha espresso il proprio verdetto: Sezione Giallo: 1° classificato "Le canaglie del venerabile" di Gianluca Ascione - premio di 150,00€ 2° "L'uguaglianza delle ossa" di Vincenzo Maria Sacco 3° "Chi non muore" di Vincenzo Galati 4° a ex aequo "Tre di denari" di Michele Di Pasquale e "Dakar" di Maurizio Castellani. Menzione d'onore per "Omicidi in si minore" di Davide Bottiglieri. Sezione Narrativa: 1° Class.to "Vita e il libro dei morti" di Alessandra Cinardi (Curcio Editore) premio di 200,00€ 2° "Scacco alla nobiltà" di Fabrizio Olivero 3° "Il segreto di vicolo delle belle" di Marika Campeti 4° a ex aequo "Nero d'assenzio" di F.J.Bucalo e "Alice non lo sa" di Carmen Laterza. Menzioni d'onore per "I due leoni" di Francesco Grasso, "Filomena racconta il peccato" di Pasquale De Luca e "La cella della Dea" di Roberto Caracci. Premio "Città di Ladispoli" "Il mistero del Perugino" di Gianni Romolo Palmieri,"Rotten" di Luca Grandicelli e "Parlare non è un rimedio" di Valerio Valentini. Premio Benito Ussia "The British experience" di Andrea Pressenda In apertura di serata sono stati premiati dall'assessore alla Pubblica Istruzione, Lucia Cordeschi, i bambini che hanno partecipato al concorso letterario delle scuole, i premi in buono libro da 50,00€ spendibile presso la libreria "Scritti & Manoscritti" sono andati a Barryson Palermo, Alessandro Ferri e Beatrice De Alexandris. Azzeccatissimi e briosi gli intermezzi musicali a cura della Ars Nova guidata dal M° Patricia Vargas e dal M° Antonietta Frabotta. Tra una premiazione e l'altra sono intervenuti sul palco gli sponsor Centro Studi Arcadia, Scritti&Manoscritti e Caffè Tondì, senza i quali non sarebbe stato possbile organizzare un evento del genere. Manuel D'Aleo de "I Servitori dell'Arte" nella veste di presentatore ha magistralmente condotto la serata coadiuvato da Annalisa Burattini. Non poteva mancare l'Istituto Alberghiero di Ladispoli (istituito negli anni '90 grazie a Benito Ussia), che ha messo a disposizione tre ragazzi che hanno gestito brillantemente l'accoglienza degli spettatori. Appuntamento all'8 dicembre 2019!  

Crea il tuo sito web gratis! Questo sito è stato creato con Webnode. Crea il tuo sito gratuito oggi stesso! Inizia